Chi si risposa non perde automaticamente il diritto all’alloggio: lo dice la Corte Costituzionale.

  «L’assegnazione della casa coniugale non viene meno di diritto al verificarsi degli eventi di cui si tratta (instaurazione di una convivenza di fatto, nuovo matrimonio), mala decadenza dalla stessa deve essere subordinata ad un giudizio di conformità all’interesse del minore». A stabilirlo è la Corte Costituzionale che, accogliendo la tesi dei tribunali di Firenze e Ragusa e della Corte … Continua a leggere