Mediazione familiare

Incontri di MEDIAZIONE FAMILIARE (solo per appuntamento)

L’intervento di mediazione può avere due finalità differenti:

1. consentire alle coppie di coniugi che hanno deciso di separarsi o divorziare di raggiungere un consenso reciproco sulle relative condizioni, beneficiando dei vantaggi delle procedure di risoluzione delle controversie senza ricorrere a lunghi e faticosi procedimenti giudiziari,

2. verificare le possibilità di riconciliazione.

E’ un servizio che comprende l’utilizzo di strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, e di sostegno in ambito psicologico rivolto alla riorganizzazione delle relazioni familiari in vista o in seguito alla separazione o al divorzio.

L’art. 155 sexies, comma II, cod. civ., introdotto dalla legge 8 febbraio 2006 n. 54 sull’affidamento condiviso dei figli, dispone che “Qualora ne ravvisi l’opportunità, il giudice, sentite le parti e ottenuto il loro consenso, può rinviare l’adozione dei provvedimenti di cui all’articolo 155 per consentire che i coniugi, avvalendosi di esperti, tentino una mediazione per raggiungere un accordo, con particolare riferimento alla tutela dell’interesse morale e materiale dei figli”.
L’attività di mediazione viene svolta generalmente da uno o due psicologi. Nell’arco di 4/6 incontri si affrontano, assieme ai coniugi, le problematiche insorte con l’obiettivo di supportare i coniugi stessi nell’individuazione e adozione di scelte autonome e consapevoli, in relazione alle condizioni della loro separazione.

Per informazioni o per richiedere una Consulenza Tecnica di Parte telefonare ai numeri 06.83518262 – 0645447508 o scrivere a consulenzapsicologica@fastwebmail.it

Mediazione familiareultima modifica: 2009-03-02T00:05:00+01:00da fatamailinda
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento