Il lutto complicato o patologico

donna che piange.jpg

Non sempre una persona, dinanzi alla perdita di una persona cara, riesce a superare la disperazione, mediante quella rielaborazione affettiva e cognitiva della perdita che renderebbe possibile superare il lutto, senza conseguenze sul piano patologico.

 
In alcuni casi, infatti, le persone vanno incontro, dopo un lutto, a un vero e proprio episodio depressivo.
 
Per alcuni è possibile osservare la presenza di una risposta depressiva già dai primi esordi della reazione di lutto, risposta depressiva che non è assimilabile al lutto sul piano psicopatologico.

 

In queste circostanze la persona mostra la tendenza a isolarsi, piange molto di frequente e, in generale, presenta un umore marcatamente basso, scarso desiderio di relazioni sociali e, a volte, utilizzo di psico-farmaci, ma anche agitazione, irritabilità, lamentosità.
 
Siamo qui di fronte a quello che, con un termine generico, viene definito lutto complicato o lutto patologico, ravvisabile dalla presenza di alcune alterazione del processo di lutto.
 
In questi casi può essere opportuno un intervento specialistico per facilitare il superamento del lutto complicato e per prevenire ulteriori complicanze.
 

 

 

 

.

Il lutto complicato o patologicoultima modifica: 2009-02-12T18:50:00+01:00da fatamailinda
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento